Cinematografo 2017 – Parte Prima

1 Kelly Reichardt, Certain women (8,5) (Lily Gladstone, Lily Gladstone, Lily Gladstone)

2 Jeff Nichols, Loving (7,5) (Quando si ama)

3 Pablo Larraín, Jackie (7) (Tailleur, puzzle e Greta Gerwig)

Michael Dudok de Wit, La tortue rouge (7) (Tramonti, nottate, risvegli)

5 Andrea Arnold, American Honey (6) (Pulmini, canzoni, poca nipote di Elvis)

6 Denis Villeneuve, Arrival (6) (“E vabbè, con i disegnini siamo bravi tutti”)

7 Damien Chazelle, La la land (6) (“Guarda, fino a Seb-Satomi ancora ancora”)

8 Kenneth Lonergan, Manchester by the sea (6) (“Ho scoperto che non è la Manchester inglese”)

9 Tom Ford, Nocturnal Animals (5,5) (“Ancora Amy Adams?”)

10 Barry Jenkins, Moonlight (5) (Fuochi d’artifizi)

11 Uda Benyamina, Divines (4.5) (“Che minchia ci gridi”)

12 Joachim Lafosse, L’économie du couple (4) (Mmouais)

13 Patrick Chicha, Brothers of the night (2) (Per cortesia)

14 Jim Jarmush, Paterson (Non so, non risponde)

(Alcuni, non tutti, tra gennaio e febbraio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *