La compassione

“La compassione è, in buona parte, una qualità dell’immaginazione: consiste nella capacità di mettersi al posto dell’altro, d’immaginare ciò che sentiremmo se ci trovassimo in una situazione analoga. Mi è sempre sembrato che gli insensibili manchino d’ispirazione letteraria – quella capacità dei grandi romanzieri di farci indossare i panni altrui -, e non siano in grado di vedere che la vita gira continuamente e che il posto dell’altro a un certo punto potrebbe toccare a noi. Dolore, povertà, oppressione, ingiustizia, tortura”

Lo scrittore colombiano Héctor Abad, citato da Zadie Smith in un saggio degno di lettura e condivisione apparso su New York Review of books (Fascinated to presume: in defense of fiction) e in italiano su Internazionale (Mi affascina presumere).

(Il posto dell’altro a un certo punto potrebbe toccare a noi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *